Fit624-news-Allenamento-ottimale-dei-polpacci

L’importanza di un allenamento ottimale per avere polpacci tonici, delineati e sexy! Segui i consigli di FIT624, palestra low price di Bergamo.

Al giorno d’oggi, i polpacci hanno notevole importanza per chi pratica body building in quanto sono muscoli che sia la giuria che il pubblico notano subito nell’atleta in gara.
Sia per gli uomini nei quali  un polpaccio ben sviluppato dà l’idea di un soggetto ben piantato a terra e quindi sicuro di sé, sia per le donne che con un polpaccio delineato, si presentano con una linea della gamba sinuosa e sexy.

Come devono essere i polpacci di una donna? Spesso ci si sente chiedere questo in palestra.
Per essere sexy, devono essere non troppo ipertrofici ma neanche inesistenti. Con un buon tacco, deve essere visibile, guizzante e scattante. Il pubblico femminile deve cercare di allenare il polpaccio, dandogli tono e definendolo, senza aver paura che diventi ipertrofico in maniera eccessiva in quanto, come per gli altri muscoli, le donne non hanno una base ormonale in grado di garantire un notevole sviluppo ipertrofico.

Per allenare nella giusta maniera un muscolo è assolutamente necessario conoscerne l’anatomia e la biomeccanica.

Quello che genericamente in palestra viene chiamato polpaccio, in anatomia corrisponde al gruppo dei muscoli superficiali della zona posteriore della gamba: tricipite surale, formato da tre capi distinti, due dei quali appartenenti al muscolo gastrocnemio ed il terzo al soleo. Il gastrocnemio è un muscolo biarticolare che passa a ponte sul ginocchio e sulla tibiotarsica, mentre il soleo è un muscolo monoarticolare che passa a ponte solo sulla tibiotarsica.
Questi particolari anatomici, associati alla biomeccanica, fanno sì che gli esercizi eseguiti ad arto inferiore teso sollecitino entrambi i muscoli, mentre a ginocchio flesso il soleo sarà maggiormente sollecitato rispetto al gastrocnemio.
Per aumentare le dimensioni del soleo: eseguire ripetizioni con poco carico. Mentre  per aumentare le dimensioni del gastrocnemio: eseguire ripetizioni con molto carico, sempre in maniera lenta e corretta per ottenere risultati ottimali.
Dare, inoltre, importanza alla fase eccentrica del movimento, cercando di rimanere nella posizione di massimo allungamento da 1 a 4 secondi prima di iniziare una nuove fase concentrica.

L’ultima caratteristica dell’allenamento per i polpacci è l’approccio psicologico: chi si allena deve  esercitare tutto il corpo e non solo le parti che più si desidera siano in forma.

Leggi anche questo articolo: Essere un Body builder o un atleta funzionale?

Iscriviti in FIT624 contattando il ns. Supporto Clienti al n. di Tel. 035.291103, oppure invia una email a info@fit624-bergamo.it.

 

Cerca